Living the reality: Garnett is gone!

Oggi io ed il mio grande amico Claudio abbiamo deciso di dare vita a questo nuovo blog… se il nome INSIDE NBA lo avete già sentito può essere per due motivi… leggete una rubrica omonima su un famoso quindicinale di basket NBA (niente pubblicità, inzia con American e finisce con Basket, in mezzo c’è scritto Super) oppure, qualcuno di voi lettori fa5e629f065430c5596561737901171e.jpgappassionati potrebbe rammendare un sito internet, ormai fuori dal mondo web da diverse “stagioni cestistiche”, che proprio io e Claudio curammo per un paio di annetti se non ricordo male… avrei voluto scrivere il primo post interamente dedicato a noi due, a cosa avevamo fatto ed a che cosa vorremmo fare con il blog… ma come dice il titolo… viviamo la realtà…

Dunque chi di voi è appassionato di NBA in questi giorni ha visto scorre il titolo “Living the reality: Garnet is gone!” su www.nba.com … ebbene sì Kevin “the big tickets” Garnett dopo 12 stagioni NBA lascia Minnesota per Boston… dove insieme a Paul Pierce e Ray Allen (l’altro grande acquisto del mercato bostoniano) proverà a trovare la gloria anche in post-season, dove fino ad oggi a collezionato solo eliminazioni al primo turno (8 consecutive, un record) ed una finale di conference…

Forse KG non sarà più l’unica stella, magari nemmeno la più luminosa visto che Pierce a Boston è un idolo, ma sicuramente potrà ottenere l’unica soddisfazione che manca alla sua carriera, la più importante… l’anello… perchè dopo essere stato MVP della Lega, dell’ALL STAR GAME, miglior rimbalzista, dopo aver giocato 11 All Star Game, essere stato diverse volte primo quintetto e miglior quintetto difensivo… adesso… a 31 anni… è ora di vincere… e a Minnesota è ora di ricostruire, di vivere la realtà… Garnett è andato… non tornerà…

Living the reality: Garnett is gone!ultima modifica: 2007-08-10T17:20:00+02:00da inside_nba
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Living the reality: Garnett is gone!

  1. Garnett ha una grande opportunità quest’anno se fallisce il titolo è probabile che i suoi trofei individuali non vengano più affiancati da un’anello conquistato dalla squadra.
    Boston con Allen Pierce e Garnett ha un trio di tutto rispetto e fa paura, ma andiamoci piano a definire ormai i giochi conclusi, bisogna constatare e verificare tante cose.
    Credo sia impossibile, ma se Allen, Pierce e Garnett non riescono a trovare il giusto feeling in campo?
    sarebbe un disastro…
    In fondo sono tutti e tre abituati ad essere delle prime donne ed ora devono dividere punti e titoli sui giornali!
    chi lo sa, magari può finire in un disastro!
    Ricordo titoli estivi che assegnavano l’anello a palle ferme ai Lakers delle meraviglie di qualche anno fa…
    Altra squadra altre problematiche e prospettive e magari con un Malone un po’ più sano l’avrebbero anche vinto, ma è solo un piccolo esempio di come le vittorie non le si costruiscono solo con i nomi!
    Comunque sia Boston si può dichiarare Regina del mercato e ha ottime possibilità di regalare a Garnett (o forse sarebbe meglio dire che Garnett regalerà ai Boston) quella giusta gratificazione che gli manca nella sua bacheca dei trofei!

I commenti sono chiusi.